Blog / Ci scrivono...

Mag15

Rifugiati del Sud Sudan

Categories // Africa, Dai progetti

ug 00P. Tonino Pasolini ringrazia di cuore tutti i benefattori che hanno contribuito a realizzare il progetto "Ripristino sistema elettrico Radio Pacis".
Nelle righe che seguono, e nelle foto sottostanti, spiega l'importanza della Radio per trasmettere un messaggio di speranza ai rifugiati Sud Sudanesi che vivono nei campi di Bidibidi e Imvepi.

Da Agosto 2016 una grandissima ondata di rifugiati dal Sud Sudan si e’ riversata –e continua a riversarsi—nella diocesi di Arua. In totale i rifugiati registrati dalle organizzazioni delle Nazioni Unite raggiungono oltre 850,000 persone: in maggioranza donne, bambini, anziani e anche giovani che erano a scuola. Circa 70,000 sono anche nella arcidiocesi di Gulu. Radio Pacis va a visitarli almeno una volta la settimana per dialogare con loro e sentire le loro tristi storie e i loro sogni infranti. Questi dialogi fanno parte di programmi chiamati “COMMUNITY VOICES” che vanno in onda sia nelle due bande di Arua che in quella di Gulu. Questi dialogi oltre a creare piu’ fiducia per un futuro di rientro, aiutano i nazionali dell’Uganda ad essere aperti e generosi nell’accogliere questa massa di rifugiati e ai responsabili delle organizzazioni umanitarie ad essere piu’ attenti ai reali bisogni dei rifugiati. E’ stato testimoniato da tante persone che molti ugandesi hanno offerto le loro terre ai rifugiati senza richiedere compenso grazie alla sensibilizzazione di Radio Pacis che ha incoraggiato uno spirito di apertura e accoglienza.

 

Rifugiati del Sud Sudan

Leave a comment

You are commenting as guest.

Ultime notizie

L' Africa ancora epicentro di crisi

L' Africa ancora epicentro di crisi

21-06-2018

I conflitti in Repubblica democrati...

Un pellegrinaggio alla casa degli schiavi

Un pellegrinaggio alla casa degli schiav…

19-06-2018

Quando mi sono imbarcato al porto d...

Giovani madri, la scuola negata

Giovani madri, la scuola negata

18-06-2018

Il diritto allo studio dovrebbe ess...

Occorre una santa collera per reagire al razzismo

Occorre una santa collera per reagire al…

18-06-2018

Un’onda nera e razzista sta t...

La febbre africana dell'oro (virtuale)

La febbre africana dell'oro (virtuale)

15-06-2018

Non è rapido come prelevare ...

Tentativi di disgelo

Tentativi di disgelo

13-06-2018

L’annuncio del premier etiopi...

Un calcio ai timori

Un calcio ai timori

07-06-2018

I bookmakers danno scarse possibili...

Pechino si allarga in Africa

Pechino si allarga in Africa

04-06-2018

Una nuova struttura va a rafforzare...

Le mani di Mosca su Bangui

Le mani di Mosca su Bangui

30-05-2018

Armi, soft power e affari nella Rep...

Avanza la tecnologia 'Made in Africa'

Avanza la tecnologia 'Made in Africa'

23-05-2018

Il settore tecnologico africano &eg...

Il naufragio nel mare delle sfumature

Il naufragio nel mare delle sfumature

22-05-2018

Che cos’hanno in comune l&rsq...

Il turismo d'elite uccide i Maasai del Serengeti

Il turismo d'elite uccide i Maasai del S…

18-05-2018

Si aggravano in modo preoccupante l...

logo

MONDO APERTO ONLUS
Missionari comboniani
RAPPRESENTANTE LEGALE: P. CODIANNI LUIGI FERNANDO
Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: onlusmccj@comboniani.org