Blog / Ci scrivono...

Feb13

I lavori a Mapuordit procedono...

Categories // Africa, Dai progetti

Fratel Paolo Rizzetto, in una sua recente e-mail, ci informa che i lavori della costruzione del nuovo OPD (poliambulatorio) procedono bene.
Da gennaio in poi hanno scavato e riempito le fondamenta dei due blocchi principali.
Hanno incominciato ad innalzare i muri e l'architetto che segue i lavori è molto soddisfatto del livello raggiunto.
Le prime dieci capriate sono state saldate e si prevede di arrivare alla struttura del tetto entro fine mese.
Fratel Paolo conclude la sua e-mail salutando e ringraziando di cuore tutti i benefattori.

AGGIORNAMENTO MESE DI MARZO/APRILE 2017

In una sua e-mail del 22 Marzo 2017 ci informa che la costruzione va avanti e come dimostrano le foto sottostanti, si è finalmente arrivati al tetto.
Inoltre i muratori hanno inizato ad intonacare le stanze interne.
Come sempre Fr. Paolo ringrazia quanti hanno contribuito per l'avanzare dei lavori.

AGGIORNAMENTO MESE DI MAGGIO 2017

Fr. Rizzetto in una sua e-mail del 24 Maggio 2017 ci scrive che la struttura del tetto è stata completata con l'inizio di maggio.
Gli infissi e le porte in metallo sono arrivati a metà Maggio e sono in fase di montaggio.
Secondo i costruttori della compagnia il termine dei lavori è previsto all'incirca tra un mesetto.
Allega delle foto che dimostrano quanto detto a parole e rinnova i ringraziamenti a tutti i benefattori che hanno permesso la realizzazione di un opera di grande importanza.

AGGIORNAMENTO MESI DI GIUGNO/LUGLIO 2017

Fr Paolo Rizzetto, in una sua mail del 20 luglio 2017 ci informa dell'andamento del progetto 245/2016.
Ci scrive che ci sono stati dei ritardi nelle finiture del nuovo poliambulatorio, a causa della crisi economica nazionale. Una crisi che ha reso difficoltoso trovare il carburante per i camion che dovevano consegnare il materiale, rimanendo quindi bloccati in capitale fino a quando non è stato possibile rifornirli di carburante.

Altra causa dei ritardi sono state le strade rese impraticabili e dissestate dalle forti piogge.
Nonostante i vari problemi però, i lavori sono comunque andati avanti, come si può vedere dalle foto sotto.
Il responsabile del progetto conclude inviando un saluto e un ringraziamento sincero a tutti coloro che hanno contribuito così generosamente alla realizzazione di questo progetto.

AGGIORNAMENTO AGOSTO/SETTEMBRE

Siamo arrivati alla conclusione di questa grande opera!

Le chiavi del nuovo edificio sono state consegnate dal costruttore il giorno 22 Settembre 2017: una piccola cerimonia in presenza dello staff ospedaliero ha coronato questo passaggio.
Fr. Rizzetto Paolo si esprime così per ringraziare tutti i benefattori:
"Esprimo, in nome dei pazienti e dello staff di Mary Immaculate DOR Mapuordit Hospital, la mia più sincera gratitudine per la donazione e per aver reso possibile l’ampliamento e una maggiore funzionalità del Poliambulatorio.
Siamo grati ai tanti amici e benefattori che, attraverso l’ONLUS Mondo Aperto, hanno
reso possibile la realizzazione di quest’opera. Speriamo vivamente che il Nuovo Poliambulatorio possa essere un luogo accogliente per chi ricerca il tocco guaritore di Cristo, grazie all’opera dei suoi ministri, gli agenti di salute del Sud Sudan.
Mentre preghiamo tutti insieme per il dono della Pace in Sud Sudan, vi raccomandiamo a Dio nelle nostre Preghiere, chiedendo che il Padre Celeste, Dio della Vita, vi benedica abbondantemente nella vostra vita e nei vostri incontri. La vostra solidarietà sarà per sempre impressa nei cuori della gente di Mapuordit".

Mag10

Il sogno di Peter, la speranza del popolo

Categories // Africa, Dai progetti

Il racconto dello scolastico Pellegrino Mario

Pellegrino01I bambini poveri dell'asilo di Nyal che non hanno il necessario per vivere una vita dignitosa per causa di una terribile guerra che ha causato e continua a causare migliaia di vittime in questa popolazione. Questi bambini appartengono alla tribu Nuer che è considerata ribelle e nemica del governo. E' un popolo oppresso che continua a a sperare nella pace.


 

Ultime notizie

Avanza la tecnologia 'Made in Africa'

Avanza la tecnologia 'Made in Africa'

23-05-2018

Il settore tecnologico africano &eg...

Il naufragio nel mare delle sfumature

Il naufragio nel mare delle sfumature

22-05-2018

Che cos’hanno in comune l&rsq...

Il turismo d'elite uccide i Maasai del Serengeti

Il turismo d'elite uccide i Maasai del S…

18-05-2018

Si aggravano in modo preoccupante l...

Dagli al migrante. E l'Italia s'è destra

Dagli al migrante. E l'Italia s'è destra

16-05-2018

Mentre scrivo queste righe, si &egr...

Censura e propaganda contro la crisi

Censura e propaganda contro la crisi

15-05-2018

Il paese è alle prese con un...

Poche domande, meno risposte

Poche domande, meno risposte

14-05-2018

Incentrata sulle inchieste giudizia...

Non dobbiamo aver paura di sognare

Non dobbiamo aver paura di sognare

10-05-2018

C’è un proverbio che d...

Sudafrica, i danni dell'era Zuma

Sudafrica, i danni dell'era Zuma

09-05-2018

I quasi nove anni di presidenza di ...

Africa, politica e linguaggio

Africa, politica e linguaggio

08-05-2018

La tentazione sarebbe citare il pas...

Al via la coppa dei campioni africana

Al via la coppa dei campioni africana

07-05-2018

Fischio d’inizio stasera per ...

Spazzati via dalla miniera

Spazzati via dalla miniera

04-05-2018

Il villaggio di pescatori di Nagonh...

Marocco vs Sahara occidentale: Rabat alza il tiro

Marocco vs Sahara occidentale: Rabat alz…

03-05-2018

Il Marocco accusa Tehran di sostene...

logo

MONDO APERTO ONLUS
Missionari comboniani
RAPPRESENTANTE LEGALE: P. CODIANNI LUIGI FERNANDO
Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: onlusmccj@comboniani.org