Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione.

Sostegno universitari del settore medico

PROGETTO N° 219/2015

RESPONSABILE DEL PROGETTO: FR. RIZZETTO PAOLO
RESPONSABILE PER L’ESECUZIONE: SR. YUDITH PEREIRA (ASS.NE SOLIDARITY WITH SOUTH SUDAN)
LUOGO DI REALIZZAZIONE: WAU– SOUTH SUDAN

INFORMAZIONI GEO/DEMOGRAFICHE                

219 03Wau è la capitale dello Stato del Bahr el Ghazal, e sede del Vescovo, situata sulle rive del fiume Jur, affluente del Nilo. È la seconda città del Sud Sudan. Attualmente è costruita prevalentemente in “tukul”, capanne con tetto in paglia, ma all’inizio del XX secolo era una delle stazioni missionarie più importanti ed è la culla del cattolicesimo in Sud Sudan e Nord Uganda.
E’ una città di circa 500.000 abitanti, di varie etnie confluite qui durante la guerra per una maggiore protezione.
La lingua parlata più comunemente, al di là di quelle tribali, è l’arabo.
in Wau non esistono industrie, così la fonte di reddito per la popolazione è costituita da impiego nei servizi statali e nelle varie branche dell’esercito e dei corpi di polizia. A questi si aggiungono il commercio, piccole attività artigianali (fabbri e falegnami, panetterie famigliari) e la pesca sul fiume. L’agricoltura, pur avendo molte potenzialità non è sviluppata su larga scala e si limita alla sussistenza.
Esiste un gran numero di poveri, sia come eredità della guerra che per il fenomeno dell’urbanizzazione in un contesto che non offre impiego. Preoccupante l’alto numero di bambini di strada.
Essendo la culla del cattolicesimo del Sud Sudan, questa è anche la religione professata da gran parte della popolazione, che risente però dei lunghi anni di isolamento e necessita di uno sforzo notevole per la preparazione di nuovi catechisti e l’aggiornamento di tutte le forze ecclesiali.
Anche la situazione educativa non si discosta dal resto del paese, con un altissimo tasso di analfabetismo e insufficienza di scuole e di insegnanti formati.

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Dare la possibilità a uno o due studenti, che frequentano il Catholic Health Training Institute (scuola per infermieri ed ostetrici diplomati), di concludere gli studi (corso di tre anni) e di fare poi pratica presso l’Ospedale Diocesano San Daniele Comboni di Wau.

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Con la somma richiesta si intende finanziare o una o due borse di studio per due studenti provenienti da Wau.

COSTO DEL PROGETTO

€ 17.500,00

Sostegno universitari del settore medico

Tags: africa, Sud Sudan, sostegno studenti

Lo sciopero dei docenti paralizza le università

Lo sciopero dei docenti paralizza le uni…

16-06-2020

Questa volta il Covid-19 non c'entr...

Crisi dimenticate nel mondo, nove su dieci sono in Africa

Crisi dimenticate nel mondo, nove su die…

15-06-2020

Ad assegnare anche quest’anno...

Sahel, vittime del coronavirus e vittime della povertà

Sahel, vittime del coronavirus e vittime…

14-05-2020

Dalla capitale del Niger padre Maur...

L’esilio forzato dei migranti in Africa

L’esilio forzato dei migranti in Africa

12-05-2020

Dalla Somalia al Niger, dalla Libia...

Emancipazione della donna in Sudan, un percorso ancora lungo

Emancipazione della donna in Sudan, un p…

06-05-2020

L’approvazione di un emendame...

Cina e il contagio razzista verso gli africani

Cina e il contagio razzista verso gli af…

22-04-2020

La violenza scatenata contro gli af...

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi vengono al pettine»

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi ven…

21-04-2020

Nel paese la prolungata crisi econo...

Haiti tiene duro

Haiti tiene duro

15-04-2020

Dopo anni di drammi naturali, lotte...

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

07-04-2020

Il paese del Corno teme un eventual...

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubileo planetario

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubile…

06-04-2020

Metterci il corpo era diventata la ...

L'umanità ha sete di Giubileo

L'umanità ha sete di Giubileo

05-04-2020

Analizzando l'emergenza coronavirus...

Le armi della diplomazia

Le armi della diplomazia

09-03-2020

Rabat ha fatto pressioni, anche eco...

 

MONDO APERTO ONLUS

Codice Fiscale: 93138170233

Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: info@mondoaperto.it

RAPPRESENTANTE LEGALE:
P. CODIANNI LUIGI FERNANDO