Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione.

Istallazione di una riserva d'acqua

PROGETTO N° 372/2019

RESPONSABILE DEL PROGETTO: SR. DI SAN VINCENZO DI LENDELEDE            
RESPONSABILE PER L’ESECUZIONE: SR. DI SAN VINCENZO DI LENDELEDE        
LUOGO DI REALIZZAZIONE: BANGUI-RCA    


INFORMAZIONI GEO/DEMOGRAFICHE

Bangui è la capitale della Repubblica Centrafricana, ed è una città non molto grande, con una popolazione di circa 800.000 abitanti. 372 00
Gli abitanti di questi quartieri sono per lo più impiegati statali, contadini, operai e piccoli commercianti.
La situazione economica di Bangui non è certo fiorente.  Oltre alla posizione svantaggiata dell’intero Paese che si trova all’interno centro del Continente africano, senza cioè sbocco sul mare, il Centrafrica ha sofferto negli ultimi anni di ripetute ribellioni e situazioni di instabilità politiche, che hanno accentuato il tasso di povertà e di precarietà a tutti i livelli.  Le infrastrutture (strade, scuole, ospedali) sono sempre molto trascurate; non esistono in Bangui fabbriche o piccole industrie (ad eccezione di una piccola fabbrica di sapone, di una che produce olio di palma e un’altra che produce birra e bibite), per cui trovare un lavoro sicuro e retribuito è molto difficile.  Il lavoro dei campi, in una terra abbastanza buona e fertile, sebbene svolto con mezzi ancora molto rudimentali, è tuttora quello praticato della maggioranza della popolazione.
Il tenore di vita della gente dunque è molto povero, così come le loro abitazioni, dove non c’è luce e acqua potabile.
Oltre alla debolezza della Scuola Governativa, che non offre ai giovani delle prospettive per il loro avvenire, la disoccupazione giovanile è molto diffusa.  Corruzione e espedienti per la sopravvivenza sono all’ordine del giorno, oltre al problema della prostituzione, dell’alcoolismo e dell’AIDS.

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Le suore di San Vincenzo di Lendelede si trovano nella periferia est di Bangui e la loro missione è legata al sostegno dei bambini malnutriti nati per “errore” e abbandonati da madri troppo giovani.
Per contrastare la malnutrizione, le sorelle hanno adibito un pezzo del loro terreno alla coltivazione di legumi, che sono un ottimo nutrimento contro la malnutrizione.
L’obbiettivo del progetto è di mantenere vivo questo orto, fonte di nutrimento per i bambini e per la comunità in generale, attraverso l’istallazione di una riserva d’acqua.

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Vista la difficoltà di reperire acqua e il costo oneroso, si vuole creare una riserva d’acqua. Il progetto consiste nell’istallazione di due recipienti per la raccolta dell’acqua piovana , posati su un piedistallo di cemento, collegati attraverso la grondaia della casa con un tubo in pvc flessibile.
Con questo metodo da un lato si evita lo spreco dell’acqua erogata dalla società di distribuzione del Centrafrica che costa cara, e dall’altro si po’ avere l’acqua per irrigare il giardino costantemente.

COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 5.969,00

IMPORTO FINANZIATO DA MONDO APERTO ONLUS: € 5.000,00

 

Progetto 372/2019: Istallazione di una riserva d’acqua

Tags: Progetti,, africa, Rep. Centrafricana

Lo sciopero dei docenti paralizza le università

Lo sciopero dei docenti paralizza le uni…

16-06-2020

Questa volta il Covid-19 non c'entr...

Crisi dimenticate nel mondo, nove su dieci sono in Africa

Crisi dimenticate nel mondo, nove su die…

15-06-2020

Ad assegnare anche quest’anno...

Sahel, vittime del coronavirus e vittime della povertà

Sahel, vittime del coronavirus e vittime…

14-05-2020

Dalla capitale del Niger padre Maur...

L’esilio forzato dei migranti in Africa

L’esilio forzato dei migranti in Africa

12-05-2020

Dalla Somalia al Niger, dalla Libia...

Emancipazione della donna in Sudan, un percorso ancora lungo

Emancipazione della donna in Sudan, un p…

06-05-2020

L’approvazione di un emendame...

Cina e il contagio razzista verso gli africani

Cina e il contagio razzista verso gli af…

22-04-2020

La violenza scatenata contro gli af...

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi vengono al pettine»

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi ven…

21-04-2020

Nel paese la prolungata crisi econo...

Haiti tiene duro

Haiti tiene duro

15-04-2020

Dopo anni di drammi naturali, lotte...

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

07-04-2020

Il paese del Corno teme un eventual...

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubileo planetario

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubile…

06-04-2020

Metterci il corpo era diventata la ...

L'umanità ha sete di Giubileo

L'umanità ha sete di Giubileo

05-04-2020

Analizzando l'emergenza coronavirus...

Le armi della diplomazia

Le armi della diplomazia

09-03-2020

Rabat ha fatto pressioni, anche eco...

 

MONDO APERTO ONLUS

Codice Fiscale: 93138170233

Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: info@mondoaperto.it

RAPPRESENTANTE LEGALE:
P. CODIANNI LUIGI FERNANDO