Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione.

Supporto figure professionali dell'Ospedale di Mapuordit

PROGETTO N° 367/2019FotoProg367 19

RESPONSABILE DEL PROGETTO:
FR. RIZZETTO PAOLO           

RESPONSABILE PER L’ESECUZIONE:
FR. RIZZETTO PAOLO        

LUOGO DI REALIZZAZIONE:
MAPUORDIT-SUD SUDAN

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INFORMAZIONI GEO/DEMOGRAFICHE

Mapuordit si trova a 75 Km circa da Rumbek, la capitale dello Stato dei Laghi in Sud Sudan. In questo luogo nel 1993 venne fondata una Missione dei Comboniani. Attorno alla Missione si è sviluppato un mercato locale, sono presenti due scuole e un ospedale il Mary Immaculate Hospital.
Il piccolo mercato offre vestiario di base e alcuni prodotti alimentari.
Il clima a Mapuordit è abbastanza caldo, con una lunga stagione calda e secca da novembre ad aprile ed una stagione delle piogge da fine aprile a ottobre.
Esiste copertura telefonica, ma purtroppo funziona molto a intermittenza.
L’Ospedale venne fondato nel 2002, e gestito per la diocesi da parte dei Missionari Comboniani, sotto il direttore e fondatore, il dottore fratello Rosario Iannetti comboniano. Ora è gestito da Fr. Rizzetto Paolo.
Ha una capienza di 115 letti, suddivisi in quattro reparti di degenza (Medicina, Chirurgia, Maternità e Pediatria), una sala operatoria attrezzata sia per interventi chirurgici di routine che interventi di urgenza, un ambulatorio per la salute materna ed infantile (anche mobile) che offre anche servizi di prevenzione riguardo la trasmissione di HIV materno-infantile, un laboratorio per raggi e ultrasuoni.
Le malattie più presenti sono HIV( che registra il maggior tasso di morti), malaria, patologie respiratorie, parassitosi intestinali, e altre malattie tropicali.
A causa della guerra civile e della conseguente insicurezza della zona, hanno registrato un calo delle operazioni, poiché la gente proveniente da lontano non si fidava a percorrere così tanta strada come avveniva prima della guerra.

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Il progetto propone il sostegno, per un anno,  di alcune figure che lavorano all’interno dell’ospedale, in particolare per:


•    Farmacista, per consentire un uso razionale dei medicinali e delle attrezzature che appartengono all’Ospedale. Egli si occuperà anche della ricezione, della catalogazione e stoccaggio medicinali;
•    Ostetrica, la cui presenza costante consente di far fronte alla domanda di salute nell’area materno-infantile;
•    Infermiere supervisore, con l’obbiettivo di formare personale in loco, non propriamente qualificato a funzioni infermieristiche di base. Avrà il compito di accompagnare i candidati infermieri ausiliari in un percorso teorico-
      pratico per aiutarli ad acquisire competenze nei diversi reparti;  
•    Infermiere anestesista, presenza importante per affiancare il chirurgo durante le operazioni dalla più semplice alla più complessa


REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

L’ostacolo più grosso da superare ogni anno è la corresponsione dei salari al personale professionale che opera all’interno della struttura: ’infermiere anestesista, il  farmacista, l’ostetrica, l’infermiere supervisore - alcuni di questi professionisti sono di provenienza ugandese.


COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 76.000,00

IMPORTO FINANZIATO DA MONDO APERTO ONLUS: € 50.000,00

Progetto 367/2019: Supporto figure professionali dell’ospedale di Mapuordit

Tags: Progetti,, africa, Sud Sudan

Lo sciopero dei docenti paralizza le università

Lo sciopero dei docenti paralizza le uni…

16-06-2020

Questa volta il Covid-19 non c'entr...

Crisi dimenticate nel mondo, nove su dieci sono in Africa

Crisi dimenticate nel mondo, nove su die…

15-06-2020

Ad assegnare anche quest’anno...

Sahel, vittime del coronavirus e vittime della povertà

Sahel, vittime del coronavirus e vittime…

14-05-2020

Dalla capitale del Niger padre Maur...

L’esilio forzato dei migranti in Africa

L’esilio forzato dei migranti in Africa

12-05-2020

Dalla Somalia al Niger, dalla Libia...

Emancipazione della donna in Sudan, un percorso ancora lungo

Emancipazione della donna in Sudan, un p…

06-05-2020

L’approvazione di un emendame...

Cina e il contagio razzista verso gli africani

Cina e il contagio razzista verso gli af…

22-04-2020

La violenza scatenata contro gli af...

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi vengono al pettine»

Coronavirus in Zimbabwe: «Ora i nodi ven…

21-04-2020

Nel paese la prolungata crisi econo...

Haiti tiene duro

Haiti tiene duro

15-04-2020

Dopo anni di drammi naturali, lotte...

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

La Somalia tra Corona Virus e al-Shabaab

07-04-2020

Il paese del Corno teme un eventual...

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubileo planetario

Piazze senza fiato. Ora un nuovo Giubile…

06-04-2020

Metterci il corpo era diventata la ...

L'umanità ha sete di Giubileo

L'umanità ha sete di Giubileo

05-04-2020

Analizzando l'emergenza coronavirus...

Le armi della diplomazia

Le armi della diplomazia

09-03-2020

Rabat ha fatto pressioni, anche eco...

 

MONDO APERTO ONLUS

Codice Fiscale: 93138170233

Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: info@mondoaperto.it

RAPPRESENTANTE LEGALE:
P. CODIANNI LUIGI FERNANDO